Cos’è il Poliuretano Espanso

Il poliuretano è un polimero estremamente versatile che permette di ottenere una vasta gamma di prodotti per gli impieghi più disparati. Molti oggetti, indispensabili al nostro quotidiano benessere, sono realizzati in poliuretano. Ad esempio, sedute auto, divani, paraurti, sedie e molto altro. È resistente, funzionale, polivalente, isolante, verniciabile e perfettamente integrabile con tutti i materiali. Il poliuretano rigido è un materiale dall’elevato contenuto tecnico ed estetico.

Può essere utilizzato per realizzare piccoli articoli come oggetti di grande dimensione e volume.

Poliuretano-espanso-caratteristiche

Il poliuretano espanso è ottimo per la produzione di articoli tecnici, grazie a caratteristiche quali la resistenza e longevità. Inoltre, grazie alla possibilità di utilizzo nei processi di stampaggio, il materiale si presta bene alla realizzazione di prodotti dalle forme complesse e personalizzate.

Questo materiale non sfalda, non invecchia e non decolora; resiste a qualsiasi condizione ambientale e di conseguenza può essere applicato anche in ambienti ricchi di salsedine e umidità. È un materiale inerte, non deperisce e è impermeabile.

La nostra azienda si occupa della lavorazione e stampaggio di poliuretano espanso conto terzi, per la realizzazione di stampi o articoli plastici di vari settori. Per richiedere un preventivo e conoscere i prezzi dei nostri servizi, contattaci!

I vantaggi del poliuretano espanso

Perché il poliuretano è così utilizzato? Per una serie di caratteristiche intrinseche e vantaggi che comporta:

  • Lunga durata (oltre i 50 anni)
  • Economicità di produzione
  • Versatile, permette di realizzare forme semplici e complesse
  • Verniciabile, permette un’infinità di finiture superficiali
  • Integrabile con gli altri materiali
  • Elevate caratteristiche meccaniche
  • Spessori variabili
  • Piacevolezza estetica e tattile
  • Resistenza agli agenti atmosferici ed impermeabilità
  • Resistenza ai raggi UV
  • Resistenza agli agenti chimici
  • Sostenibilità ambientale
  • Sicurezza sanitaria: non contiene o rilascia componenti pericolosi

Posizionamento del poliuretano rigido strutturale

Poliuretano-per-produzione-articoli-tecnici

La scelta di quale materiale utilizzare in un progetto, dipende da tanti fattori, tra i quali:

  • La realizzabilità del disegno (o libertà di progettazione)
  • Il costo delle attrezzature
  • I costi di produzione
  • La qualità tatto/estetica
  • Lotti minimi e lotti annui raccomandati

Il poliuretano può essere usato in sostituzione ad altri materiali dalle simili caratteristiche tra i quali i principali sono: legno, vetroresina, termoformati e plastica. Ognuno ha i suoi punti di forza e di debolezza, sia da un punto di vista tecnico che da un punto di vista economico.

Lo schema soprariportato si propone di mettere a confronto i fattori distintivi e rilevanti di ciascun materiale in un contesto di confronto per poter facilmente individuare quale materiale è maggiormente indicato alle proprie esigenze.

Ne consegue ad esempio che le principali caratteristiche del poliuretano possono essere così riassunte:

  • Investimento contenuto per gli stampi
  • Costi di produzione nella media (molto dipende dalla finitura scelta)
  • Massima libertà progettuale (forme, spessori, dimensioni, sottosquadra)
  • Alta qualità percepita del materiale
  • Lotti annui dai pochi pezzi fino alle poche migliaia

Tecnologie di stampaggio

Articoli-plastici-personalizzati-prezzi

Anche all’interno di uno stesso sistema poliuretanico, quale il poliuretano rigido, esistono varie tecnologie di produzione e processi produttivi, ognuno con le proprie peculiarità.

Come illustrato nello schema soprariportato, Linea ar offre ai propri clienti due tecnologie di realizzazione degli stampi: stampi in resina epossidica e stampi in alluminio. In entrambi i casi gli stampi vengono carrellati.

L’altra tecnologia disponibile sul mercato sono gli stampi in alluminio per pressa.

Gli stampi in resina:

  • Sono i più economici da realizzare, soprattutto con l’aumentare delle dimensioni
  • Presentano una durata nel tempo limitata (circa 5.000 stampate)
  • Presentano maggiori limiti tecnici nelle forme tecniche quali spigoli, scuretti, angoli, tasselli ecc.

Gli stampi in alluminio:

  • Hanno un costo maggiore rispetto agli stampi in resina ma comunque contenuti rispetto agli altri materiali plastici.
  • Hanno una durata dello stampo quasi infinito
  • La qualità dello stampato è maggiore grazie alla maggior precisione e assenza di usura dell’alluminio
  • Danno la possibilità di realizzare stampi più complessi

La differenza principale tra gli stampi carrellati e gli stampi per pressa invece, possono essere riassunti come segue:

  • Gli stampi per pressa richiedono un tempo di attrezzaggio lungo e quindi i lotti minimi richiesti sono tipicamente maggiori rispetto agli stampi carrellati (almeno un centinaio di pezzi per ordine nel caso di stampi per pressa e poche decine nel caso di stampi carrellati). È anche la metodologia più flessibile in quanto gli stampi possono essere inseriti e tolti dalla produzione senza bisogno di complesse pianificazioni.
  • Per contro, gli stampi per pressa permettono una maggiore velocità di stampaggio (seppur con minor flessibilità) e quindi la possibilità di stampare quantitativi al giorno di uno stesso articolo maggiori anche di due/tre volte quelli degli stampi carrellati.

Riassumendo, carrello per flessibilità e lotti medio/piccoli, pressa per produzioni di grande numero.

Per approfondire la vostra conoscenza sulle potenzialità del poliuretano, non esitate a contattarci.